Crea sito

bifosfonati e necrosi mandibolare

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha completato una revisione periodica (PSUSA) di Aclasta (acido zoledronico), uno dei medicinali a base di bifosfonati con un rischio noto di osteonecrosi della mandibola/mascella. L’Agenzia ha concluso che il rischio di osteonecrosi (o morte del tessuto osseo) nella mandibola/mascella rimane molto basso, ma ha raccomandato una serie di misure per ridurre al minimo il rischio, tra cui un aggiornamento delle informazioni del prodotto e l’introduzione di una carta di promemoria per il paziente.
L’EMA sta pianificando misure simili per altri bifosfonati per via endovenosa e denosumab, utilizzati per l’osteoporosi o per prevenire le complicanze ossee di tumori, in quanto anche questi sono associati ad un rischio di osteonecrosi della mandibola/mascella.

 

News Aifa,

Author: microscopyworld

Share This Post On
error: Content is protected !!