Crea sito

Stress e tumore al seno

stress-resourcesUno studio pubblicato su Cancer mostra che offrire alle donne competenze per gestire lo stress quando iniziano il trattamento del cancro al seno può migliorarne l’umore e la qualità della vita molti anni dopo, e forse anche la sopravvivenza. All’inizio del secolo, 240 donne con diagnosi recente di tumore mammario hanno preso parte a uno studio randomizzato sugli effetti di un intervento di gestione dello stress messo a punto da Michael Antoni, ricercatore all’Università di Miami in Florida.

E rispetto al gruppo di controllo, sottoposto a un seminario di istruzione sul cancro al seno della durata di un giorno, le pazienti che avevano imparato le tecniche di rilassamento e di lotta contro la malattia in un gruppo di sostegno per 10 settimane hanno mostrato un significativo miglioramento della qualità della vita e dei sintomi depressivi durante il primo anno di trattamento. Ma la scoperta più interessante fatta dagli autori dello studio è che nelle partecipanti alle sedute di gestione dello stress la depressione e la qualità della vita miglioravano anche fino a 15 anni dalla diagnosi. «Le donne con cancro al seno che hanno partecipato allo studio hanno inizialmente utilizzato tecniche di gestione dello stress per affrontare il disagio fisico e psicologico del trattamento» spiega il ricercatore. «E poiché la gestione dello stress fornisce alle donne gli strumenti per far fronte al timore di una recidiva e della progressione di malattia, i risultati attuali ne indicano l’utilità in tutto il periodo di sopravvivenza» aggiunge Antoni.

Poiché i tassi di mortalità per neoplasia mammaria sono in costante riduzione, la questione di come mantenere la salute psico-sociale delle pazienti assume sempre maggiore importanza. «Dato che i sintomi depressivi si associano alla progressione del cancro anche in termini neuroendocrini e infiammatori, il nostro prossimo passo sarà di esaminare gli effetti della gestione dello stress sui biomarcatori infiammatori, sulle recidive di malattie e sulla sopravvivenza» concludono gli autori.

 

tratto da docto33

Tumore alla mammella maschile

Quando fare il test BRCA1 e BRCA2

La mastectomia nella terapia moderna

Author: microscopyworld

Share This Post On
error: Content is protected !!